10% de réduction avec le code ELEGANCE10
Livraison gratuite en France métropolitaine.
L'élégance maintenant. Payer plus tard avec Klarna.

Une question ? contactez-nous : afroelegance.france@gmail.com

Qual è l'origine del tessuto cerato?

Qual è l'origine del tessuto cerato?

Il tessuto africano con stampa a cera è audace e bello. Ha una grande storia dietro le sue origini e come si è sviluppato fino a diventare parte integrante della cultura e della moda dell'Africa occidentale.

Ecco i nostri altri articoli che ti aiuteranno a iniziare ad acquistare il tuo tessuto cerato africano:

Riepilogo

  1. Cos'è la cera?
  2. La storia della cera
  3. Fare la cera
  4. Alcuni dei tessuti con stampa africana più popolari
  5. Cosa fare con la cera?

Conclusione

Cos'è la cera?

La cera, comunemente nota come "stampa Ankara", "stampa africana", "stampa africana a cera", "cera olandese" e "cera olandese", è un tessuto di cotone al 100% con motivi vivaci. Di solito è un tessuto colorato, associato principalmente all'Africa per via dei suoi disegni tribali. È anche un tessuto molto versatile e molti articoli possono essere realizzati con questo tessuto come cappelli, orecchini, blazer e scarpe, solo per citarne alcuni. Per rendere la cera un tessuto ancora più versatile, marchi di moda e fornitori di tessuti hanno realizzato stampe a cera su tessuti come chiffon, seta, spandex per indumenti come caftani, iro e buba, costumi da bagno, barre sportive, leggings e calzini.

La storia della cera

tessuto con stampa a cera

Sebbene l’Africa abbia una ricca storia di produzione tessile, le origini di questo tessuto dai colori vivaci, che oggi è considerato sinonimo di Africa, in realtà iniziano con il tessuto batik in Indonesia. Il batik è una tecnica di tintura stampata a mano che utilizza cera e coloranti per creare disegni su tessuto di cotone.


L'Indonesia fu colonizzata dagli olandesi e intorno al 1850 i commercianti videro l'opportunità di produrre in serie e commercializzare tessuti batik. Cercarono di meccanizzare il processo ad alta intensità di manodopera di stampa e tintura in modo da poter produrre e vendere quantità maggiori. Tuttavia, le cose non andarono come previsto poiché i tessuti prodotti a macchina non erano apprezzati dalla popolazione indonesiana in quanto non avevano la stessa qualità artigianale del loro batik.

Gli olandesi utilizzavano macchine da stampa, rotoli giganti di rame inciso e una resina cerosa stampata su ciascun lato del cotone per resistere alla tintura in alcune aree, creando un motivo distintivo. VLISCO è il più noto produttore olandese di tessuti stampati a cera. Ha dominato il mercato dalla fine del 1800 fino ad oggi, producendo tessuti stampati a cera nei Paesi Bassi e possedendo anche aziende come GTP e ATL, che producono tessuti in Ghana.

Dall'Indonesia all'Africa

Ma come si è trasferita la stampa batik dall’Indonesia all’Africa occidentale? Gli olandesi costeggiarono la vasta massa continentale dell'Africa nel loro percorso dall'Indonesia all'Europa, fermandosi per fare rifornimento, acquistare rifornimenti e commerciare. Si resero presto conto che i loro tessuti stampati a macchina erano più popolari nell'Africa sub-sahariana che in Indonesia e così iniziarono ad adattare i loro disegni e colori per soddisfare i gusti del mercato africano.

Il Ghana ha svolto un ruolo fondamentale nella promozione di questo nuovo tessuto, poiché i ghanesi sono stati i primi africani a entrare in contatto con la stampa, fondendola così con l’arte, la cultura e la moda africane prima che non si diffondesse in altri paesi dell’Africa occidentale.

Il tradizionale tessuto kente tessuto a mano del Ghana ha ispirato anche molti dei colori e dei motivi dei tessuti stampati a cera, oggi popolari in tutta l'Africa occidentale.

Noi di Afro Élégance utilizziamo molte di queste stampe a cera per le nostre camicie africane, i boubous africani, i pantaloni o i vestiti africani!

Tessuto di cera africana

Fare la cera

Come notato sopra, il processo di produzione del tessuto Ankara ha le sue origini in una tecnica di tintura indonesiana chiamata batik.

Nel batik, la cera fusa viene utilizzata per disegnare disegni sul tessuto utilizzando uno strumento simile a una penna chiamato canting. Questo strumento crea disegni meravigliosamente dettagliati che conferiscono al tessuto il suo carattere distintivo. Il tessuto viene poi immerso in un bagno di tintura che colora l'intero tessuto ad eccezione delle zone ricoperte di cera. Si dice che la cera "resiste" alla tintura, motivo per cui il processo batik è noto come tecnica di tintura resistente alla cera. Il tessuto viene asciugato e bollito per rimuovere la cera. Il processo viene ripetuto per ogni motivo e colore aggiuntivo. Alla fine del processo, quello che era solo un semplice tessuto si trasforma in un capolavoro.

Questo processo è stato automatizzato e meccanizzato da quando i progressi tecnologici hanno travolto l’industria tessile, ma l’essenza rimane la stessa. I disegni vengono disegnati utilizzando un software di progettazione assistita da computer (CAD) – anziché a mano – e la cera viene applicata utilizzando rulli di rame incisi con il disegno.

Scopri come e perché indossare il tessuto cerato tramite questo articolo dedicato.

Alcuni dei tessuti con stampa africana più popolari

Ankara

Conosciuta come stampa a cera africana, questa stampa è popolare negli Stati Uniti dagli anni '70, quando la cultura hip-hop prese il sopravvento. Questa stampa africana è conosciuta anche come Kitenge o stampa a cera olandese. Questa stampa è stata realizzata dagli olandesi utilizzando un processo chiamato "Batik", che è ancora oggi molto popolare nelle zone orientali dell'India. Ankara fu venduta dagli olandesi sul mercato tessile indonesiano quando quel paese era una loro colonia nel XIX secolo.

Ad oggi, questa stampa è così popolare che ne vengono realizzati anche accessori di moda come orecchini, collane, borse, scarpe, sciarpe, ecc. sono realizzati con stampa Ankara.

Kente

tessuto kente

Qualsiasi amante di scialli o stole si è imbattuto in questa stampa popolare e l'ha indossata senza sapere che fosse Kente. Il Kente è originario della provincia del Ghana, in Africa, prima dell'XI secolo. Gruppi etnici come gli Ashanti e gli Ewe nell'odierno Ghana mantengono vivo questo mestiere. Nella lingua africana Akan, Kenten significa cestino e, a causa della sua somiglianza con il motivo, la stampa è stata chiamata Kente.

Per tessere questa stola simile a una toga vengono utilizzate strisce di cotone e seta realizzate artigianalmente. Antichi racconti raccontano che la gente del posto copiasse i disegni del ragno Anansi e che l'ispirazione provenisse dalla natura. In origine, questo pezzo di stoffa veniva indossato dai re e dai membri della famiglia reale africana.

I maestri tessitori Kente sono oggi molto rispettati nel mondo occidentale, poiché la stampa viene utilizzata nella progettazione di stole accademiche indossate dai laureati durante le cerimonie di laurea.

Dire

tessuto adire yoruba

Adire significa “legare e tingere” in yoruba. Secondo gli storici, questa tecnica di tintura con indaco fu sviluppata nel regno Dogon del Mali (Africa occidentale) nell'XI secolo. Attualmente, le donne Yoruba nel sud-ovest della Nigeria tessono questi tessuti di cotone filati a mano. Abeokuta, Ibadan e Osogbo (Yorubaland) erano i principali fornitori di questi tessuti agli acquirenti di tutta l'Africa occidentale.

Nel corso degli anni, questa arte si è evoluta e gli europei hanno introdotto l’indaco sintetico e la soda caustica nella stampa dei tessuti negli anni 30. Quest’arte della morte è stata ripresa da artigiani nigeriani come Nike Davies-Okundaye, Amaka Osakwe e Duro Olowu. Il marchio Maki-Oh di Amaka Osakwe sostiene l'arte di Adire. Anche personaggi politici come Michelle Obama e Lupita Nyong'o hanno dato il loro sostegno a questa stampa africana.

Bogolan

tessuto bogolano

Conosciuto anche come Mudcloth, il tessuto Bogolan è creato dai tessitori della tribù Bambara del Mali. Letteralmente la parola Bogolan significa “fatto di fango”. Questo tessuto africano utilizza estratti vegetali, radici e frutta secca come coloranti. Questo tessuto ecologico è perfetto per tutti i tipi di pelle, anche le più sensibili, poiché non utilizza sostanze chimiche dannose.

Shweshwe

Tessuto Shweshwe

Il tessuto Shweshwe utilizza intricati motivi geometrici. Deve il suo nome al re Moshoeshoe I del Lesotho. Il tessuto di cotone stampato e tinto è estremamente popolare in tutto il mondo e molte case di moda moderne lo utilizzano ampiamente nei loro design.

Kanga

Tessuto Kanga

Originario dell'Africa orientale, il tessuto kanga è estremamente popolare nel mondo occidentale per le parole di saggezza, amore, benedizione e amicizia stampate su di esso. Molte case di moda permettono ai clienti di personalizzare il proprio abito scrivendo le parole che desiderano stampare. Questo tessuto è simile al Kitenge, ma è molto più leggero perché i fili sono più fini. Le espressioni swahili sono intrecciate anche nelle stampe africane Kanga.

Cosa fare con la cera?

Le stampe a cera offrono un'ampia scelta di usi. Che si tratti di un vestito, di un top, di una gonna a camicia o di una giacca africana, la stampa a cera aggiunge colore a un outfit altrimenti neutro. È possibile realizzare anche accessori, tra cui cinture, cappelli, sciarpe, borse africane e tote bag.

La diversità di tessuti, stili, motivi e combinazioni di colori disponibili ti consente di creare un look unico e audace con i tessuti stampati a cera, per mostrare il tuo senso dello stile.

Spero che il contenuto di questo articolo abbia chiarito eventuali domande che potresti aver avuto. Puoi visitare il nostro negozio online di abbigliamento e accessori africani per esprimere la tua gratitudine per il duro lavoro del nostro team. Puoi aggiungere il nostro negozio ai preferiti o iscriverti alla nostra newsletter per essere informato sulle nostre ultime offerte. Puoi anche acquistare il tuo e-book gratuito al 100% per ulteriori informazioni sull'abbigliamento e gli accessori africani. La ringrazio ; A presto !

Livraison et retours
Livraison et retours

Livraison offerte en France (hors DOM-TOM). Les retours sont gratuits pendant 30 jours.

Paiement sécurisé
100% Paiement Sécurisés

Nous utilisons le cryptage SSL pour les paiements sécurisés.

Service client aux petits soins

Besoin d'assistance ? Nous sommes à votre service du lundi au vendredi de 9h à 18h.

Une sélection d'experts

Des vêtements africains fabriqués par une équipe de passionnés depuis plus de 20 ans.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.