10% de réduction avec le code ELEGANCE10
Livraison gratuite en France métropolitaine.
L'élégance maintenant. Payer plus tard avec Klarna.

Une question ? contactez-nous : afroelegance.france@gmail.com

Sciarpa africana: storia e origini

Sciarpa africana: storia e origini

Ti sei mai chiesto perché alcune donne africane indossano un velo africano ? In Ghana vedrai molte donne locali indossarne uno. È per scopi religiosi? È per ragioni di moda? O c'è una ragione completamente diversa? Diamo uno sguardo alla storia dell'uso del velo africano.

Il velo africano è comunemente indossato in molte parti dell'Africa occidentale e meridionale. Il suo utilizzo e significato possono variare a seconda del paese africano a cui si fa riferimento. Anche i nomi locali del velo variano da paese a paese: in Nigeria si chiama gele, duku in Ghana o Malawi, dhuku in Zimbabwe, tukwi in Botswana, doek in Sud Africa e Namibia, e tignon negli USA.

Le sciarpe venivano indossate già nel 1700, nell’Africa sub-sahariana, come simbolo che indicava età, stato civile e prosperità. Erano indossati principalmente dalle donne della famiglia reale: la famiglia reale egiziana, le regine nigeriane e le regine nubiane.

Oltre ad essere considerati un pregiato accessorio, venivano utilizzati anche per ragioni pratiche, tra cui la protezione dal sole cocente e il raffreddamento. Inoltre, rappresentavano la spiritualità, la ricchezza e lo status sociale di una donna all'interno di una comunità.

Quindi, se vedessi una donna camminare per strada, potresti capire, guardando il suo velo , se è sposata, single, vedova o nonna. Tutte queste informazioni si ottengono semplicemente osservando il colore, lo stile e il design di un copricapo!

Oggi le sciarpe africane sono molto più di un semplice tessuto che copre la testa. Sono diventati un'icona della moda, ampiamente utilizzati nelle sfilate e negli eventi, e molte celebrità in tutto il mondo li indossano regolarmente per esprimere il proprio stile e la propria identità.

Riepilogo

  1. Bende e schiavitù
  2. L'uso del velo africano in Ghana

Conclusione

Bende e schiavitù

Successivamente, nel 1700, il velo raggiunse le Americhe. Nel 1735, in risposta alla rivolta degli schiavi, fu approvato il Negro Act, che menzionava i materiali adatti per l'abbigliamento degli schiavi (che erano solo i tessuti più economici).

Le donne nere e birazziali non potevano quindi apparire in pubblico senza qualcosa che coprisse i loro capelli, una legge che non si applicava alle donne bianche. Questa legge non si applicava alle donne bianche, ma piuttosto ai vergognosi capelli neri.

Tutto ciò diede gradualmente origine a termini come “mammies”, che si riferiva a donne schiave che soddisfacevano i bisogni di uomini e donne bianchi. Il loro obiettivo principale era prendersi cura dei bambini delle famiglie bianche.

Sciarpa africana
All'inizio del XX secolo furono introdotti i primi rilassanti chimici per i capelli neri. Il loro obiettivo era lisciare e far crescere i capelli neri naturali.

Divennero molto popolari tra le donne afroamericane e il velo cominciò ad essere utilizzato per scopi più funzionali, cioè per proteggere i capelli dal sudore, dallo sporco e dall'acqua che potevano influenzare l'effetto della sostanza chimica sui capelli. Con questo movimento la sciarpa divenne un elemento di moda.

Grazie a questi copricapi, molte donne nere iniziarono a liberarsi e ad abbracciare la propria cultura, lontano dalla repressione che subivano. È così che il velo africano è diventato un enorme simbolo della moda che rappresenta l'identità e il significato culturale e una parte importante dello stile di vita ghanese.

Scopri i 3 migliori accessori africani da provare oggi tramite questo articolo.

L'uso del velo africano in Ghana

In Ghana, "duku" è il nome Akan dato alla sciarpa. Di solito è legato intorno alla testa con un nodo dietro, davanti o lateralmente. Viene indossato con parsimonia in chiesa e ai funerali, ma per eventi come fidanzamenti, matrimoni, cerimonie tradizionali o altri eventi sociali come compleanni o tagliafuoco, il copricapo può essere indossato con grande sfarzo.

Ma sapevi che "duku" può essere indossato in tanti altri stili, con significati diversi? Ecco alcuni degli stili di "duku" che potresti incontrare (la prossima volta presta attenzione e vedi se riesci a riconoscere di quale stile si tratta!)

sciarpa africana

Akosombo speciale

Prende il nome dal Volta River Project, la sciarpa è legata in modo che la parte cada lungo il lato del viso fino all'altezza del mento.

Nkuumisee baa don

Letteralmente significa "Non tornerò più". È lo stile più popolare in Ghana e la maggior parte delle donne sul mercato lo indossa perché è semplice e facile da allacciare.

Nkuumisee baa don

Soldi suini o tassa Keemo mi

Significa "dimmi tutto". Questo stile è preferito dai giovani perché aggiunge un tocco di bellezza alla loro pettinatura.

Hyia me wo nkwan nta

Significa "incontriamoci al bivio". Questo stile è molto simile a quello del maiale d'argento. Questo è uno stile di comunicazione amorevole. Viene utilizzato per comunicare il seguente messaggio al proprio partner: "Incontriamoci al bivio".

Baakwe ni oya ta

Un'affermazione ga che significa "vieni a guardare, poi torna ai tuoi pettegolezzi". Questo stile è utilizzato principalmente dalle donne anziane quando vanno a funerali, attività religiose e altri eventi.

Odo fa me tu

Uno stile che significa “Amore, portami sull'aereo dove puoi volare anche tu”.

Onye otsu, onye oye

In ga, questo stile significa "se lavori puoi spendere", per ricordare e incoraggiare le persone a lavorare di più.

Spero che il contenuto di questo articolo abbia chiarito eventuali domande che potresti aver avuto. Puoi visitare il nostro negozio online di abbigliamento e accessori africani per esprimere la tua gratitudine per il duro lavoro del nostro team. Puoi aggiungere il nostro negozio ai preferiti o iscriverti alla nostra newsletter per essere informato sulle nostre ultime offerte. Puoi anche acquistare il tuo e-book gratuito al 100% per ulteriori informazioni sull'abbigliamento e gli accessori africani. La ringrazio ; A presto !

Livraison et retours
Livraison et retours

Livraison offerte en France (hors DOM-TOM). Les retours sont gratuits pendant 30 jours.

Paiement sécurisé
100% Paiement Sécurisés

Nous utilisons le cryptage SSL pour les paiements sécurisés.

Service client aux petits soins

Besoin d'assistance ? Nous sommes à votre service du lundi au vendredi de 9h à 18h.

Une sélection d'experts

Des vêtements africains fabriqués par une équipe de passionnés depuis plus de 20 ans.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.